sincert accredia oice
STAZIONI SUPERFICIALI E PROFONDE PER LA METROPOLITANA DI ROMA

Località
Roma
Progettazione e supervisione
IN.CO. Ingegneri Consulenti S.p.A.
dott. ing. Silvano Zorzi
dott. ing. Pietro Piscitelli
Committente
Ministero dei Trasporti e dell'Aviazione Civile - Roma
Impresa
Metroroma S.p.A. - Roma
Periodo di costruzione
1971 - 1976


Caratteristiche Principali

Schema strutturale
Per le stazioni superficiali: fabbricato interrato a due piani con maglia di pilastri 7 m x 7 m circa, realizzato entro un perimetro di paratie scavate in presenza di fanghi bentonitici
Per le stazioni profonde: mezzanino superficiale eseguito con copertura a cassettoni o con solaio a fungo su maglia di pilastri 6,50 m x 6,50 m; vano scale di collegamento tra banchine e mezzanino eseguito con paratie; banchine in profondità realizzate in gallerie con sagoma di tipo ferroviario, a due binari
Dimensioni principali
Per le stazioni superficiali: lunghezza stazione 120,0 m e larghezza variabile tra 16,0 m e 27,0 m; dislivelllo tra atrio e banchine3,50  6,00 m
Per le stazioni profonde: mezzanino di dimensioni 30,0 m x 30,0 m; dislivello tra piano banchine e mezzanino 23,0 m circa;  lunghezza gallerie profonde 120,0 m e diametro 8,0 m circa


Descrizione
Si tratta delle stazioni di piazzale Flaminio, viale Giulio Cesare, piazza Barberini e piazza della Repubblica, ricadenti nel tronco Termini-Prati della Metropolitana di Roma.