sincert accredia oice
PONTE FERROVIARIO AD ARCO SUL RIO BIANCO IN VAL ROMANA PER IL RADDOPPIO DELLA LINEA UDINE-TARVISIO - TRATTA PONTEBBA-TARVISIO

Località
Tarvisio Boscoverde (Udine)
Progettazione e supervisione
IN.CO. Ingegneri Consulenti S.p.A.
dott. ing. Silvano Zorzi
dott. ing. Lucio Lonardo
dott. ing. Alberto Fornari
Committente
FERROVIE DELLO STATO
Impresa
Consorzio CARNIA tra le Imprese
COGEFAR - ITALSTRADE - CCC - CISA
Periodo di costruzione
1989 - 1993


Caratteristiche Principali

Schemi staticiarco in c.a. a direttrice circolare incastrato alle imposte, con sezione resistente a cassone pluricellulare;
impalcato costituito dalla successione di travate in c.a.p. in semplice appoggio
Numero e luce delle campate
12 da 25,00 m
Lunghezza totale del ponte
300 m
Larghezza dell'impalcato
17 m.
Spessore dell'impalcato
2,10 m.
Luce dell'arco (tra le imposte sulle fondazioni)
135,00 m
Larghezza dell'arco (costante)
16,90 m
Spessore dell'arco (costante)
3,20 m
Altezza massima delle pile
37,30 m


Descrizione
Il ponte risolve lo scavalcamento della profonda incisione orografica del Rio Bianco mediante una struttura ad arco in c.a. di grande luce, dalla quale si ergono simmetricamente, ad interasse costante di 25,00 m, le pile a sostegno del soprastante impalcato ferroviario, che ospita tre binari per treni tipo A.
Sulla struttura ad arco insistono, pertanto, 5 pile; e 2 pile ancora, quella di massima altezza, ricadono direttamente sulle fondazioni dell'arco.
Lateralmente, il grande scavalcamento ad arco necessita di ulteriori, complessive 6 campate di accesso.
L'opera ricade in zona sismica di 2a categoria.